"La Salute si impara dal corpo intelligente"

  • PERCORSI di INTEGRAZIONE PSICOFISICA, Individuali e di Gruppo.

Percorsi che offrono strumenti di autoconoscenza.

Sono indicati:

- per chiunque senta il bisogno di conoscere meglio il proprio corpo, e  le sue vie di benessere e salute.

- per chiunque percepisca di trovarsi in una situazione di distanza dal proprio corpo e desideri avvicinarsi al suo linguaggio (problemi di somatizzazioni).

- per chi intenda migliorare la propria "tenuta psicofisica" in condizioni di stress.

- per chi desideri avvicinarsi o ritrovare la propria unica e specifica fonte di vitalità e creatività, in particolare in momenti in cui questa sembri perduta.

La tecnica corporea utilizzata prevalentemente è la pratica degli Esercizi Biotransazionali.

Gli esercizi servono a cogliere la connessione tra psichico e somatico che non esistono come entità separate: il corpo pensa, prende decisioni, seleziona tra vari possibili comportamenti, fa previsioni. Il lavoro degli esercizi serve ad allargare il canale di comunicazione tra Io e Sé, più che a correggere un difetto articolare.

Nei fatti si tratta di un'attività psicocorporea volta a rintracciare la naturale coordinazione ventilatoria, e a ripristinare lunghezze e simmetrie muscolari. Lo scopo è sperimentare e apprendere a gestire l'equilibrio articolare proprio, espressione concreta della propria unica e specifica condizione di salute psicofisica.

Il recupero di lunghezze e simmetrie muscolari si attua attraverso la tecnica di coordinazione ventilatoria integrata con esercizi in sforzo isometrico statici e dinamici, ed esercizi di coordinazione motoria su minimo tono posturale, la cui logica di movimento fa riferimento alla pratica del Tai Chi Chuan (cinque forme). Se il caso lo richiede, possono essere consigliate sedute di agopuntura e/o digitopressione con i medici e gli operatori che operano secondo la Terapia Biotransazionale.

Il linguaggio utilizzato per leggere e interpretare le dinamiche psicocorporee, e per favorirne l'integrazione, è quello di matrice psicoanalitica. Il terapeuta  favorisce l'esperienza propiocettiva, la sua espressione ed elaborazione, e la presa di consapevolezza dei vissuti, opportunità e problematiche, che da questa possano emergere.

La frequenza degli incontri è settimanale, ed è consigliabile un impegno personale a casa per mantenere le acquisizioni. Gli incontri sono inizialmente individuali; in seguito, col procedere del lavoro, può essere indicata l'attività di gruppo.

Fase iniziale:

In questa fase il lavoro è prevalentemente rivolto all'esperienza corporea. Lo scopo è il ripristino del proprio specifico equilibrio articolare, espressione concreta della condizione di salute psicofisica. Lo scopo è il recupero della coordinazione ventilatoria e di lunghezze e simmetrie muscolari.

Fase avanzata:

Qui il lavoro diventa un percorso di integrazione delle rappresentazioni attinenti alle diverse dimensioni individuali: corporea, emozionale, cognitiva, dove rilevante diventa la verbalizzazione dei vissuti relativi all'esperienza e alla biografia. Le pratiche proposte, oltre a quella corporea, possono essere anche altre di ambito arteterapeutico.

Collaborazioni:

Rispetto alle necessità di alcuni momenti e/o di alcune specifiche esigenze, può rendersi necessario lavorare in Equipe. Vi è cioè la possibilità di collaborare per la progettazione e/o attuazione di alcuni specifici passaggi del Percorso con altre professionalità che nell'Associazione ZOE', e al di fuori di essa, operano in diversi ambiti di competenza: l'osteopata, il chinesiologo, il medico agopuntore, l'omeopata, l'arteterapeuta.

  • INCONTRI di CONSULENZA PSICOLOGICA
  • INCONTRI di SOSTEGNO PSICOLOGICO

Per situazioni di disagio esistenziale, anche legato a momenti critici del ciclo di vita.